Discariche Abusive, il malcostume e l’irresponsabilità imperversano2

 

Il malcostume di abbandonare i rifiuti ovunque imperversa anche nella nostra bella Vasto. Ogni strada isolata, lontana dagli sguardi di chi potrebbe denunciare, ogni spazio libero nelle zone industriali e artigianali, évittima degli zozzoni irresponsabili che non vedono l’ora di sbarazzarsi di ogni genere di rifiuto e non parliamo solo dei soliti televisori, mobili, materassi, materiali difficili da smaltire, ma di comune immondizia indifferenziata o ancora peggio di materiali pericolosi come lastre di eternit (cemento amianto) e pneumatici d’ogni genere. Ora, indipendentemente dalla responsabilità di chi questo scifo lo dovrebbe individuare e raccogliere, il nostro disprezzo va a chi pur di non scomodarsi anche minimamente provoca questi scempi! Possibile che a queste persone sfuggano le semplici regole che riguardano un corretto trattamento dei rifiuti da loro prodotti?

Il problema sta in una scarsa o scorretta comunicazione di queste regole da parte degli enti preposti o nella delinquenziale mentalità menefreghista di una ancora larga fascia di abitanti della nostra penisola? Probabilmente in entrambe. A fronte di una enorme spesa legata allo smaltimento dei rifiuti, ben poche risorse sono impiegate per la corretta educazione della popolazione.Tranne qualche sparuta campagna informativa svolta nelle scuole, tutto il resto della popolazione resta nella totale ignoranza e non si può certo ritenere adeguato lo striminzito volantino distribuito nel momento dell’introduzione della raccolta differenziata.

Probabilmente la creazione di un’isola ecologica efficiente sarebbe di grosso aiuto ma se non fosse accompagnata da una adeguata campagna informativa molto probabilmente vedrebbe la sua utilità assai ridotta.

In questa ottica, il Movimento 5 Stelle di Vasto, inizia oggi una campagna di rilevamento delle zone di discarica abusiva presenti nel territorio comunale, con lo scopo di informare e sollecitare gli enti preposti a prendere rapidi provvedimenti ma anche e soprattutto di scoraggiare la barbarie dei cittadini dediti allo scarico selvaggio. E’ importante che tutti noi ricordiamo che chi è testimone di sversamenti o depositi irregolari di rifiuti e non denuncia tali azioni, non è semplicemente una persona che si fa i fatti suoi ma in quel momento accetta inconsapevolmente di farsi carico, assieme a tutto il resto della comunità, degli enormi costi di recupero e smaltimento di questi materiali e non solo degli enormi danni in termini di degrado ambientale.

Oggi cominciamo da una discarica abusiva situata in zona industriale a Punta Penna, sulla strada che conduce all’impianto di trattamento delle acque, da una seconda discarica situata alle spalle del parco acquatico Aqualand e dai rifiuti sparsi nei pressi della chiesetta di San Nicola della Meta.

Continueremo nei prossimi giorni a raccogliere informazioni e testimonianze fotografiche delle tante altre orribili situazioni e stiamo organizzando gruppo di attivisti e simpatizzanti che provvederà a dare una mano fattivamente organizzando giornate di raccolta dei rifiuti non pericolosi assimilabili ai solidi urbani nel territorio cittadino.

 

Meetup Movimento 5 Stelle Vasto

http://www.meetup.com/vasto5stelle/

{gallery}discarica{/gallery}

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest