Ineluttabile prepotenza della natura o un altro errore da cui imparare?

È questo l’interrogativo che mi sono posta di fronte alla recente alluvione del Gargano, che da giorni sta interessando Peschici, San Marco in Lamis e Vieste in particolare. Lo vediamo ormai da mesi: le precipitazioni piovose e non risultano più concentrate ed intense rispetto al passato. Nel nostro Paese la frequenza di fenomeni estremi violenti come trombe d’aria e alluvioni è sempre più in aumento e queste sistematicamente fanno purtroppo registrare danni ingentissimi e vittime, in particolar modo perchè alla base ci sono decisioni scellerate di trasformazione del territorio e degli ecosistemi (deforestazione, fiumi intubati, aree urbane completamente impermeabilizzate, edifici realizzati in aree a rischio idrogeologico, inadeguatezza e scarsa manutenzione della rete di convogliamento delle acque piovane con la burocrazia che impedisce ad esempio di pulire uno o più canali se non prima si ottengono svariate autorizzazioni, ecc.).


È mio dovere istituzionale sensibilizzare non solo l’opinione pubblica verso questo problema, ma anche chiamare in causa il Governo italiano e le politiche locali affinchè venga definita immediatamente una strategia seria con specifica attenzione alle urbane per l’adattamento ai cambiamenti climatici. Oggi più che mai è una priorità. Mi rivolgo in particolar modo al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, affinchè inserisca urgentemente nell’agenda politica nazionale il tema dell’adattamento ai cambiamenti climatici in modo che la sicurezza e la manutenzione del territorio diventino una delle priorità di azione.

Agli abitanti delle zone colpite da questa disastrosa alluvione va il mio massimo interessamento, nonchè solidarietà e vicinanza. So benissimo che la situazione è ben più grave di quella che i TG mandano in onda e mi sono giunte segnalazioni riguardo al notevole ritardo nei soccorsi, che inizialmente sono avvenuti solo grazie agli splendidi ed efficienti volontari della zona. Ora è tempo della solidarietà, è tempo di aiutare questa popolazione (già pesantemente colpita dall’incendio del 2007 e poi abbandonata dalle istituzioni) a risollevarsi da questo gravissimo disastro ed operare affinchè non accada più!

#supportgargano

Video: http://www.youtube.com/watch?v=gteVceaHFdc

{youtube}gteVceaHFdc{/youtube}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest