Bagno di folla per i portavoce M5S a Celenza sul Trigno

“La parola è poi passata al consigliere regionale Pietro Smargiassi che ha ricordato le note vicende riguardanti le guardie mediche e i punti nascita; su quest’ultimo punto, duro l’attacco di Smargiassi: “È passata la nostra risoluzione per la difesa dei punti nascita, con i voti del centrodestra e di quattro ‘traditori’ del Pd; avevamo così pensato di essere riusciti a salvarli, ma D’Alfonso ha richiamato i quattro ‘traditori’ e gli ha fatto firmare un documento in cui si rimangiavano tutto. La democrazia non esiste, così vincono sempre loro”. Su Ombrina Mare, invece, il consigliere Smargiassi ha denunciato l’atteggiamento del governo regionale che, sia con il presidente D’Alfonso che con l’assessore all’Ambiente Mazzocca, prima si è detto favorevole alla risoluzione presentata dal M5S contro la petrolizzazione dell’Adriatico e poi hanno votato contro. Ombrina, quindi, si farà e sarà colpa del governo regionale“.

È toccato poi al senatore Gianluca Castaldi fare il punto della situazione rispetto alla riorganizzazione degli uffici postali avanzata da Poste Italiane: “Nella riunione di Lentella avevo chiesto ai sindaci di farmi avere delle relazioni con le criticità del territorio da presentare all’amministratore delegato Caio; ho aspettato 10 giorni, ma non ho ricevuto niente. Allora ho parlato con Caio, facendo presente le difficoltà infrastrutturali del territorio che non consento di razionalizzare gli uffici postali secondo le loro proposte e in sede regionale abbiamo presentato insieme alle altre forze politiche una risoluzione per costringere Poste Italiane a rivedere il piano. Intanto abbiamo ottenuto il risultato di far slittare l’attuazione del piano a giugno e di impegnare Caio a tenere conto delle indicazioni che arrivano dal territorio, a cui adesso tocca preparare delle efficaci relazioni, per far capire a Caio che il loro piano è inapplicabile”.”

(Leggi l’articolo completo su Zona Locale)

(Tutte le foto di Francesco Bottone, Eco del Molise)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest