Il tuo Comune sei tu

http://www.gonews.it/wp-content/uploads/2014/09/8x1000scuola.jpg

Il tuo Comune sei tu

Il tuo Comune sei tu. Sostieni la spesa sociale. Sostieni cioè gli interventi della tua amministrazione comunale per alleviare tutte le situazioni di disagio che probabilmente hai sotto agli occhi anche tu. Destina il 5×1000 al tuo Comune ( attività sociali). Se firmi per il tuo Comune i denari rimarranno a disposizione della tua comunità.

Lo Stato sei anche tu. Destina l’8×1000 allo Stato ( grazie al MoVimento 5 Stelle i contribuenti possono destinare l’8×1000 Iperf all’edilizia scolastica, che rappresenta ormai un’emergenza nazionale). Entro il 15 dicembre ( termine prorogato dall’iniziale 30 settembre) le pubbliche amministrazioni, le persone giuridiche e gli enti pubblici e privati possono richiedere l’accesso ai contributi dell’8×100 all’edilizia scolastica.

Firma per il tuo Comune ( 5×1000 ) e firma per lo Stato ( 8×1000 ), noi ci impegneremo fino in fondo per spendere ogni singolo centesimo nel sociale e nell’edilizia scolastica……………………… ecco questo sarebbe il leitmotiv di una campagna pubblicitaria fatta di manifesti, slogan su mezzi pubblici, informative dedicate sul sito comunale, ecc.

Considerando che abbiamo dato informazioni dettagliate in data 21 maggio 2014 ( articolo Verità o bugie pubblicato il 21 maggio 2014), in data 27 ottobre 2014 ( mozione urgente diretta alla richiesta da parte del Comune di Vasto della quota otto per mille del gettito irpef da destinare ad interventi di edilizia scolastica protocollata in data 27 ott 2014 a cui è seguita delibera di giunta), in data 6 dic 2014 ( informativa-invito 8×1000 alle scuole inviata con email ai dirigenti scolastici ed al sindaco di Vasto in data 6 dic 2014), in data 23 gennaio 2015 ( “richiesta informazioni in merito agli interventi di manutenzione ordinaria riguardanti gli edifici scolastici e richiesta info sulla opportunità di accedere alla quota 8×1000 per l’edilizia scolastica” protocollata presso il Comune di Vasto in data 23 gennaio 2015),……………….vorremmo sapere cosa sta facendo la nostra amministrazione comunale, quali attività hanno intrapreso e quali intraprenderanno in merito. A tutt’oggi non abbiamo avuto riscontro con nessun mezzo di informazione e non vi è alcun tipo di traccia sul portale del Comune di Vasto fatta salva una delibera di Giunta a cui evidentemente non sono seguite attività di sorta. Sarebbe bello se un’amministrazione pubblica dialogasse sempre con i cittadini e soprattutto per informazioni sull’incolumità dei bambini, ma forse o meglio probabilmente immaginiamo un’altra Vasto.

Ciò detto abbiamo dato le informazioni dettagliate, abbiamo pungolato i portatori di interesse, abbiamo proposto una campagna pubblicitaria, ci aspetteremmo più di una risposta dei fatti concreti visto che in questo caso non si tratta di impegnare risorse economiche, ma intellettive.

Ci si dirà che siamo sognatori e che la macchina amministrativa è tutt’altro affare, ma poco importa per noi il bene comune viene prima di tutto ed i fatti parleranno, come ad esempio nella questione dei redditi dei pubblici amministratori, checché se ne dica o ne dica qualcuno i redditi riportati sul sito del Comune di Vasto risalivano al 2012 e solo dopo il nostro intervento sono stati caricati in maniera compiuta.

….a riveder le stelle.

Movimento5stellevasto

 

P.S. 
Come si compila?

In tutti i moduli di dichiarazione dei redditi c’è una pagina dedicata al 5 per mille e all’8 per mille.

5×1000

Può essere destinato in due modi: 
– Scegliendo solo il settore che si vuole finanziare. In questo caso, la propria quota verrà ripartita tra tutti gli enti che operano in quel settore. 
– Specificando il codice fiscale del singolo ente che si vuole finanziare. Per tutti quelli che intendono fare una scelta più mirata. 
È importante ricordarsi di mettere la firma in un solo riquadro: quello del settore (o del singolo ente) che si è scelto di finanziare.

8×1000

Molto più ristretta la scelta dell’8 per mille, che si può destinare o allo Stato italiano o ad una delle confessioni religiose indicate

inoltre
2×1000

se volete finanziare i comitati di affari – partiti politici chiedete presso una qualsiasi loro sede, c’è questa possibilità che a tutt’oggi hanno esercitato SOLO 16mila persone in tutta Italia.

Noi suggeriamo:

Per destinare la quota del cinque per mille al comune di residenza è sufficiente apporre la firma nell’apposito riquadro.
Attenzione:la scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell’8 per mille (Legge 222/1985) non sono in alcun modo alternative fra loro.

 

Per destinare la quota dell’otto per mille allo Stato è sufficiente apporre la firma nell’apposito riquadro.

ISTRUZIONI PER I CONTRIBUENTI ESONERATI DALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI.

I contribuenti esonerati possono presentare la sola scheda per la destinazione del cinque e dell’otto per mille entro lo stesso termine di scadenza previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi Persone Fisiche con le seguenti modalità: 
(a)in busta chiusa allo sportello di una banca o di un ufficio postale che provvederà a trasmetterlo all’Amministrazione finanziaria. La busta deve recare l’indicazione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEF”, nonché il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente. Il servizio di ricezione delle scelte da parte delle banche e degli uffici postali è gratuito. Nel caso in cui sia stata effettuata la scelta sia per la destinazione dell’otto per mille dell’IRPEF che del cinque per mille dell’IRPEF, può essere utilizzata un’unica busta recante l’indicazione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DELL’OTTO E DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEF”. 
(b)ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (professionisti, CAF, ecc.). Quest’ultimo deve rilasciare, anche se non richiesta, una ricevuta attestante l’impegno a trasmettere la scelta. Gli intermediari hanno facoltà di accettare la scheda e possono chiedere un corrispettivo per l’effettuazione del servizio prestato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest