Divieto di balneazione alla Bagnante.

L’effetto Covid 19 di miglioramento della qualità delle acque di tutti i mari non è bastato a risparmiare alla Città l’ennesimo divieto di balneazione che ha colpito questa volta, ma non è la prima, la zona della Bagnante, icona turistica di Vasto.

La causa? Secondo il Sindaco Menna è la pioggia. Quindi Vasto è condannata: se non piove manca l’acqua, se piove il mare viene inquinato. Il Sindaco, noto conoscitore della vita dei Santi, dovrebbe rivolgersi a loro per avere la pioggia sulla Maiella, magari anche sulla diga di Chiauci e il sole sulle zone litoranee del vastese.

Intanto le informazioni vengono date a metà. Ci sono valori fuori dai limiti. Bene! Anzi male! Ma di quali valori si tratta? Ai cittadini non è dato sapere. Stiano tranquilli i cittadini ed i turisti! Se non piove, e le preghiere del Sindaco sono orientate al momento in questa direzione, tutto rientrerà nella normalità in un paio di giorni mentre, se dovesse piovere, i cittadini si consoleranno con serbatoi pieni e docce abbondanti.

In realtà il Sindaco, come sua consuetudine, rifiuta di prendere atto della vera natura del problema che risiede nella errata progettazione e realizzazione della bonifica e del risanamento ambientale di Fosso Marino. Fu infatti nell’ambito di tale progetto che venne realizzato il pozzetto di raccolta delle acque bianche, o presunte tali, che scarica proprio sulla spiaggia libera della Bagnante. Lo scarico di questo pozzetto è stato più volte segnalato dai cittadini per la presenza di acque inquinate ma a quest’amministrazione di centrosinistra sembra comunque giusto che chi non ha la possibilità economica di pagare l’ingresso in uno stabilimento, abbia a disposizione una spiaggia libera fornita di un bel canale di scarico, un fosso artificiale creato allo scopo di liberare da antichi fossi naturali qualche stabilimento privato.

Il M5S ha più volte indicato la soluzione al problema che è quella di convogliare, attraverso la condotta esistente, tutte le acque bianche, o presunte tali, nella vasca di Fosso Marino e da qui al depuratore di San Salvo.

Il Sindaco Menna, quindi, la smetta di raccontare frottole ai cittadini e si dia da fare per risolvere un problema noto e che si ripete ogni anno.

La danza della pioggia a giorni alterni non risolve il problema delle acque, né di quelle pulite, né di quelle sporche.

Segue il video di approfondimento del 2017.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest