Il Comune di Vasto nega gli accessi agli atti

La trasparenza degli atti amministrativi è uno dei valori fondamentali della democrazia ma, evidentemente, l’Amministrazione Menna non la pensa così.

Nostri accessi agli atti, risalenti anche al mese di giugno, giacciono ancora inevasi in qualche cassetto degli uffici comunali.

Ultimamente un dirigente ci ha negato un documento che, a quanto riferito, non era disponibile nel suo ufficio ma giacente presso la segreteria del Sindaco.  Sembrerebbe quindi che per richiedere ed ottenere la documentazione relativa ad un atto amministrativo sia necessario sapere in quale ufficio sia stato archiviato. Troppa fatica evidentemente per il dirigente recarsi presso la segreteria del Sindaco e fare copia di un documento i cui contenuti, tra l’altro, rientravano perfettamente nelle competenze dello stesso dirigente.

La Commissione di vigilanza si è riunita più volte al fine di accelerare l’evasione delle richieste di accesso agli atti, coinvolgendo anche i dirigenti e la Segretaria comunale, ma il tempo passa, i dirigenti cambiano, le Segretarie comunali anche, mentre il problema resta e, anzi, si aggrava.

Ma dov’è il problema? Nel fare le fotocopie di documenti facilmente reperibili? Basterebbe assegnare questo lavoro a qualche percettore di Reddito di cittadinanza.

Manca evidentemente la volontà politica da parte di un’Amministrazione opaca che ha invece il chiaro intento di ostacolare e rallentare il lavoro delle opposizioni.

La nostra pazienza è al limite! Invitiamo quindi il Sindaco, o chi per lui, ad adoperarsi affinché tutti gli accessi agli atti in giacenza vengano evasi nel giro di pochi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Il Comune di Vasto nega gli accessi agli atti”

Pin It on Pinterest